16a Edizione – 2017

16° Edizione – 2017

La sedicesima edizione di Magma – mostra di cinema breve, festival cinematografico, si è svolta dal 19 al 25 novembre 2017 ad Acireale (CT), edizione che ha visto anche stavolta la partecipazione attiva di vari ospiti stranieri e la presenza in sala (e nelle sedi degli eventi collaterali) di un pubblico numeroso. L’edizione è stata inaugurata domenica 19 novembre presso l’antisala consiliare del Palazzo di Città dalla mostra Bene, Bis – 80 anni dalla nascita, 15 dalla scomparsa, composta di 43 scatti d’autore in bianco e nero dedicati all’opera teatrale dell’attore e drammaturgo Carmelo Bene. La mostra, che si è svolta presso i suddetti spazi per tutto il mese di novembre, è stata curata da Mario Serenellini e prodotta in collaborazione con dinDodo (Paris) e MAV (Museo Archeologico Virtuale) di Ercolano. Venerdì 24 novembre, presso gli spazi della mostra, si è svolta la performance teatrale Sadomé, interpretata da Lidia Papotto e Federico Polacci, ispirata all’opera di Carmelo Bene. Il 21 e 22 novembre i lavori sono proseguiti presso l’Ex Angolo di Paradiso della Villa Belvedere con la prima parte della masterclass dal titolo Lapilli, rivolta a cineasti locali e condotta dagli esperti Adam Selo (produttore e distributore per Elenfant Film) e Alessandra Pastore (produttrice e tutor di Maia Workshop). La manifestazione ha poi avuto il suo momento centrale nel concorso internazionale di cortometraggi nei giorni 23, 24 e 25 novembre presso la multisala Margherita. Al concorso quest’anno si è affiancata una sezione speciale, il secondo step della masterclass Lapilli, dedicata a registi siciliani che per la prima volta si sono cimentati con la proiezione del proprio lavoro di fronte a un pubblico attento e appassionato. Il focus su realtà attive nella diffusione del cortometraggio a livello internazionale è stato dedicato a Kimuak, catalogo annuale di cortometraggi realizzati nei Paesi Baschi col sostegno del Ministero della Cultura del Governo Basco e della Filmoteca Basca. La selezione speciale è stata mostrata al pubblico di Magma il 24 novembre ed è stata presentata da Txema Muñoz, direttore del progetto di distribuzione spagnolo.

Il Premio Lorenzo Vecchio è andato a Gamer girl, animazione croata diretta da Irena Jukic Pranjic. “Per l’originalità di aver raccontato con un linguaggio visivo preciso e sintetico, e uno sguardo autoriale aperto e universale, una dinamica conosciuta da tutti” ha motivato la giuria rispetto al cortometraggio che narra, come all’interno di un videogame, le peripezie di una donna divisa tra famiglia e lavoro. “Con intelligenza, humor e ritmo serrato, il corto sostiene la narrazione senza rinunciare all’amarezza”, ha aggiunto il verdetto della giuria, che si è concluso con l’augurio “che Gamer Girl possa essere visto dal maggior numero di persone possibile”.

“Cerco di far ridere la gente, è la cosa che mi piace di più”, ha dichiarato la regista Irena Jukic Pranjic ritirando il premio.

Le tre menzioni speciali sono invece state assegnate al documentario Commodity city, di Jessica Kingdon (U.S.A. – Cina), “che fotografa, come quadri espressivi convincenti, una realtà in cui l’essere umano è schiacciato e diventa esso stesso oggetto, pur di produrre denaro e non vita”; allo spagnolo Life on mars, di José Manuel Carrasco “per la capacità di mettere in scena, con delicatezza, personaggi in grado di emozionare ricordandoci che esistono le seconde possibilità e che vanno afferrate”; al polacco I’ve got you di Sebastian Drozak (presentato in sala dal direttore della fotografia Konrad Wasilewski e dalla producer Maria Anna Wachowiak), “per l’eleganza della messa in scena e la capacità di entrare subito nel cuore del racconto, mettendo al centro del film la relazione dei protagonisti, che si muovono in un luogo malinconico e senza tempo”.

Il premio del pubblico, ricavato dalla media dei voti espressi dagli spettatori durante le tre serate di concorso, è stato assegnato a Life on mars, dello spagnolo José Manuel Carrasco.

La giuria è presieduta dal regista Paolo Civati e composta dalla sceneggiatrice Josella Porto e dal direttore del progetto di distribuzione basco Kimuak, Txema Muñoz.

“Questo festival rende giustizia alle operazioni artistiche, che vanno fruite in sala” ha commentato il presidente di giuria Paolo Civati, secondo il quale “non è solo lo scambio col pubblico a fare vivere un film, ma lo scambio in un luogo adatto”.

“La proposta era talmente variegata – ha continuato Civati raccontando il lavoro della giuria – che per il premio principale, dedicato a Lorenzo Vecchio, abbiamo scelto l’impatto di un film empatico, diretto, sincero in quanto frutto della vera storia dell’autrice”. “Per assegnare le menzioni speciali, invece – ha aggiunto Josella Porto – ci siamo affidati a dei ragionamenti che hanno valorizzato la messa in scena, la forza espressiva, la ricerca e l’autorialità oltre la semantica stereotipata d’oltreoceano”.

Magma è stato realizzato dall’Associazione culturale Scarti grazie al sostegno della Regione Siciliana, del Comune di Acireale e di importanti sponsor privati: Pasticceria Costarelli, Ceramiche De Simone, La Bottega dei Monsù, Etna Mareneve Escursioni, Fischetti.

Concorso internazionale

Concorso internazionale

Ecco i cortometraggi selezionati:
CONCORSO INTERNAZIONALE

An American Dream, Jonathan D’Ambrosio
Analysis Paralysis, Anete Melece
And The Moon Stands Still, Yulia Ruditskaya
Asphalt, Laura Townsend
Backstory, Joschka Laukeninks
Child, Iring Freytag & Viktor Stickel
Commodity city, Jessica Kingdon
Diamenteurs, Chloé Mazlo
Downunder, Fernando González Gómez
Elu enne elu / Life Before Life, Rao Heidmets
Gamer Girl, Irena Jukić Pranjić
I’ve Got You, Sebastian Drozak
Import, Ena Sendijarevic
In vivo, François Raffenaud
Life on Mars, José Manuel Carrasco
Locus, Anita Kwiatkowska-Naqvi
Mr. Postman, Victor Araneda Jure
My Little Dhaka, Rossella Anitori
Nerón, Rubin Stein
Nurse Me, Kezia Barnett
Ossa, Dario Imbrogno
Running Lights, Gediminas Siaulys
The Cook-off, Hanna Cho
The Forest Paper, Sipparpad Krongraksa
When the days were endless, Marcus Vasconcelos
You’ll Never Walk Alone, Stéphane Grodet

VIDEO

PRODUZIONE

PARTNER ISTITUZIONALI