20° Edizione – 2021

20° Edizione – 2021

La ventesima edizione del festival si è svolta dal 15 al 20 novembre 2021 con un ricco programma di eventi.

Lunedì 15 la settimana si è aperta con Magma Pitch, sessione di formazione e pitch online con lo scopo di sostenere le realtà indipendenti e i progetti cinematografici ancora in fase di sviluppo. Marzia Mete, regista e montatrice, ha tenuto una lezione su come prepararsi al meglio al pitch (il testo scritto da predisporre, la presentazione orale da preparare, il teaser che in pochi minuti mostri all’interlocutore come potrebbe essere il film che verrà).  

Alle 18 si è svolta l’inaugurazione dell’installazione artistica “Magma Dentro” di Matteo Raciti in Piazza Duomo ad Acireale.
Dopo un aperitivo da Riso Paradiso, ci si è spostati al Margherita Multisala per la proiezione di Paradise – una nuova vita, fresco “Globo d’Oro” assegnato dall’Associazione Stampa Estera in Italia come Miglior Opera Prima. Coprodotto dalla Pilgrim Film di Andrea Magnani, presidente di giuria, è diretto da Davide Del Degan, premio Lorenzo Vecchio 2010. 

Martedí 16 si è tenuta una Lectio Magistralis  sull’organizzazione del festival presso Abadir Accademia, partner delle ultime edizioni di Magma. 

Mercoledí 17 mattina si è svolto l’ultimo step del Concorso di corti scolastici Dante, in breve: i dieci corti in concorso sono stati proiettati al Margherita Multisala e sono stati decretati i due vincitori.

Non solo cortometraggi internazionali, ma anche film che parlano siciliano. Alle 21 al Cine Teatro Odeon, per il terzo anno consecutivo, si è svolta Insula – Impressioni di Sicilia, la rassegna dedicata a pellicole ambientate nell’Isola o dirette da registi nostrani. Sullo schermo sono stati proiettati cinque lavori: “L’ultima pagina”, di Antonio Sidoti; “I titoli che vorrei”, di Sarah Signorino; “Dream” di Davide Vigore; “Digitalis purpurea” di Chiara Guastella; e “I see, I hear, I film” di Sade Patti. Spazio anche alla presentazione di This human world, un festival internazionale che si tiene ogni anno a Vienna, in Austria, e che si concentra sul cinema dedicato ai diritti umani Al termine della serata, la performance live della band AngoloGiro (Doris Di Nicola, Mario Pappalardo, Carmelo Venuto e Damiano Alizzio), a rinnovare il legame strettissimo tra Magma e la musica.  

Giovedí 18 in mattinata si è svolto il secondo appuntamento di  Magma Pitch:  Alejandro De La Fuente, regista, produttore e sceneggiatore di Atacama Film, e Simone Catania, producer e head of development di Indyca Film, sono stati gli esperti di fronte ai quali una decina di produttori e registi hanno “pitchato” il proprio progetto, ricevendo feedback sulla scrittura e le potenzialità produttive del film.

Alle 20.30 ha preso corpo al Margherita Multisala di Acireale la prima giornata del Concorso Internazionale con un omaggio a un grande amico del festival, Simone Massi . Vincitore di un David di Donatello nel 2012 per il miglior cortometraggio e di due Nastri d’Argento nel 2014 e 2015, a oggi le sue opere sono state selezionate da 800 festival in tutto il mondo, ottenendo 267 tra premi e riconoscimenti; dal 2012 al 2016 la Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia gli affida la realizzazione dei suoi manifesti illustrati e delle sue sigle animate. Simone Massi ha introdotto in sala la proiezione di ​​La memoria dei cani (2006, 8’), ​​Dell’ammazzare il maiale (2011, 6’), ​​L’attesa del maggio (2014, 8’). 

Venerdí 19 la seconda giornata del Concorso Internazionale ha visto la presenza di un appuntamento speciale dedicato al videoclip di Musica Leggerissima. Zavvo Nicolosi, regista del videoclip della celebre canzone di Colapesce & Dimartino e anima creativa di Ground’s Oranges, ha raccontato al pubblico  come si realizza un videoclip da 71 milioni di visualizzazioni, come si costruisce il racconto per immagini di una canzone che parla, tra l’altro, di depressione e cosa ha significato gestire, in piena zona arancione, un carosello di personaggi, costumi e situazioni. 

Sabato 20 si è svolta la terza e ultima serata del Concorso Internazionale e la premiazione dei corti vincitori, con l’assegnazione del Premio Lorenzo Vecchio, delle menzioni speciali e del Premio del Pubblico. La festa finale si è svolta da Moro Acireale. 

Il Premio Lorenzo Vecchio, dedicato al fondatore e primo direttore artistico di Magma, è andato al film franco-marocchino Sukar, scritto e diretto da Ilias El Faris e ambientato nella spiaggia di Casablanca, tutta intenta a osservare due adolescenti innamorati.

La giuria, presieduta dal regista Andrea Magnani e composta dall’illustratrice Julia Gromskaya e dal regista Christopher Yates, ha assegnato al film il premio principale «per aver raccontato, in modo semplice e dal tono solo all’apparenza leggero, temi universali come l’amore, il desiderio e la libertà che mai come oggi dovrebbero andare nella stessa direzione, al contrario di alcune storture presenti nella società marocchina e non solo».

La giuria ha poi assegnato tre menzioni speciali: al turco Cemile di Belkıs Bayrak, film ispirato all’infanzia della regista e sceneggiatrice, «per la capacità di far scoprire allo spettatore la complessità del carattere della protagonista, mettendo in luce la forza fisica e la fragilità emotiva della ragazza»; al francese L’effort commercial, di Sarah Arnold, anche questo ispirato a una storia vera, «per essere riuscito a sublimare la tragedia dell’oppressione femminile grazie all’uso di una messinscena che sottolinea l’assurdità di alcuni luoghi di lavoro»; al documentario svizzero Das Spiel di Roman Hodel, per avere mostrato, «portando la macchina da presa dietro le quinte, come il rito del calcio appaia trasformato in un gioco collettivo di violenza industrializzata».

Il pubblico presente alle tre serate di proiezione del concorso internazionale ha poi assegnato il suo premio: è andato a L’effort commercial, che così conquista un ulteriore riconoscimento oltre alla già citata menzione speciale. Ultimo premio è la novità di quest’anno, poiché è assegnato dagli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Catania: è andato allo statunitense Skin, di Guy Nattiv, che affronta l’argomento dell’odio razziale.

Per quanto riguarda il Premio “Dante, in breve” la giuria del concorso, composta dal prof. Rosario Castelli (professore associato di Letteratura Italiana presso il DISUM dell’Università di Catania), dalla prof.ssa Maria Luisa Leotta (ex Dirigente Scolastico IC “G. Verga”, Fiumefreddo di Sicilia) e dal dott. Giuseppe Filippo Consales (produttore, regista e direttore della fotografia) ha decretato il vincitore della sezione Scuola Superiore Dedicato al Sommo Poeta del Liceo Artistico “Sabatini-Menna” di Salerno, realizzato dalla 5° G con il coordinamento della prof.ssa Claudia Imbimbo. Il vincitore della sezione Scuola Media è stato invece Marsala – Inferno A/R, film realizzato dalle seconde classi dell’ I.C. “Sturzo Asta” di Marsala (TP) coordinati dal prof. Gianluca Parrinello.

 

CONCORSO INTERNAZIONALE

ANDREA MAGNANI – Presidente di giuria

Andrea Magnani vive tra Roma e Trieste. Ha lavorato a numerose serie Tv tra le quali Cops – una banda di poliziotti per la regia di Luca Miniero e L’Ispettore Coliandro, diretta dai Manetti Bros. Nel 2017 esordisce alla regia con Easy – un viaggio facile facile. Presentato in concorso al 70. Locarno Festival, Easy ha partecipato a più di 100 festival in giro per il mondo ed è stato candidato a 2 David di Donatello tra cui miglior regista esordiente. Nel 2019 scrive il lungometraggio Paradise, una nuova vita di Davide Del Degan, in anteprima al Busan Film Festival e al Torino Film Festival. E’ attualmente in preparazione con il suo secondo lungometraggio, La Lunga Corsa.

 

JULIA GROMSKAYA – giurata

Nata a Kharkov (Unione Sovietica), dopo il diploma in Filologia, ottenuto presso l’Istituto Statale del Progresso Sociale di Kharkov, frequenta il Liceo Artistico. Nel 2004 entra nello staff del Festival di animazione Krok, dove incontra i Maestri dell’animazione Russa e Ucraina. Nel 2006 si trasferisce in Italia dove comincia a muovere i primi passi nel campo dell’animazione e dell’illustrazione. Le sue animazioni sono state selezionate e premiate da festival di paesi da tutto il mondo.

CHRISTOPHER YATES – giurato

Christopher Yates è regista, scrittore e montatore. Nel 2009, ha diretto il suo primo documentario, Not here, un road-movie sulla rock band belga Girls in Hawaii. Ha poi continuato a co-dirigere Reveka nel 2015, un documentario sulle miniere d’argento di Potosí in Bolivia. Dal 2013, ha co-creato e co-scritto le tre stagioni del dramma televisivo belga Public Enemy che è andato in onda in oltre 50 paesi. Il suo cortometraggio Détours è stato recentemente premiato in numerosi festival cinematografici, tra cui Magma. Attualmente sta scrivendo il suo primo lungometraggio.

Magma – mostra di cinema breve è realizzato dall’Associazione Culturale Scarti  grazie al sostegno della Regione Siciliana, assessorato Turismo Sport e Spettacolo, dipartimento Turismo Sport e Spettacolo, Sicilia Film Commission, nell’ambito del progetto Sensi Contemporanei, ed è organizzato in collaborazione con il Comune di Acireale e il sostegno di importanti sponsor privati, come Moro Acireale, Il RosticcereCeramiche De Simone e Etna Mareneve Escursioni.

  

  

 

 

 

 

Per iscrivere il tuo corto al Concorso Internazionale: clicca qui. 

Per consultare il bando del Concorso Internazionale: clicca qui

 

Per iscrivere il tuo corto al Concorso “Dante, in breve”: clicca qui

Per consultare il bando del Concorso “Dante, in breve”: clicca qui.

Per scaricare la liberatoria del Concorso “Dante, in breve”: clicca qui.

La ventesima edizione del festival si è svolta dal 15 al 20 novembre 2021 con un ricco programma di eventi.

Lunedì 15 la settimana si è aperta con Magma Pitch, sessione di formazione e pitch online con lo scopo di sostenere le realtà indipendenti e i progetti cinematografici ancora in fase di sviluppo. Marzia Mete, regista e montatrice, ha tenuto una lezione su come prepararsi al meglio al pitch (il testo scritto da predisporre, la presentazione orale da preparare, il teaser che in pochi minuti mostri all’interlocutore come potrebbe essere il film che verrà).  

Alle 18 si è svolta l’inaugurazione dell’installazione artistica “Magma Dentro” di Matteo Raciti in Piazza Duomo ad Acireale.
Dopo un aperitivo da Riso Paradiso, ci si è spostati al Margherita Multisala per la proiezione di Paradise – una nuova vita, fresco “Globo d’Oro” assegnato dall’Associazione Stampa Estera in Italia come Miglior Opera Prima. Coprodotto dalla Pilgrim Film di Andrea Magnani, presidente di giuria, è diretto da Davide Del Degan, premio Lorenzo Vecchio 2010. 

Martedí 16 si è tenuta una Lectio Magistralis  sull’organizzazione del festival presso Abadir Accademia, partner delle ultime edizioni di Magma. 

Mercoledí 17 mattina si è svolto l’ultimo step del Concorso di corti scolastici Dante, in breve: i dieci corti in concorso sono stati proiettati al Margherita Multisala e sono stati decretati i due vincitori.

Non solo cortometraggi internazionali, ma anche film che parlano siciliano. Alle 21 al Cine Teatro Odeon, per il terzo anno consecutivo, si è svolta Insula – Impressioni di Sicilia, la rassegna dedicata a pellicole ambientate nell’Isola o dirette da registi nostrani. Sullo schermo sono stati proiettati cinque lavori: “L’ultima pagina”, di Antonio Sidoti; “I titoli che vorrei”, di Sarah Signorino; “Dream” di Davide Vigore; “Digitalis purpurea” di Chiara Guastella; e “I see, I hear, I film” di Sade Patti. Spazio anche alla presentazione di This human world, un festival internazionale che si tiene ogni anno a Vienna, in Austria, e che si concentra sul cinema dedicato ai diritti umani Al termine della serata, la performance live della band AngoloGiro (Doris Di Nicola, Mario Pappalardo, Carmelo Venuto e Damiano Alizzio), a rinnovare il legame strettissimo tra Magma e la musica.  

Giovedí 18 in mattinata si è svolto il secondo appuntamento di  Magma Pitch:  Alejandro De La Fuente, regista, produttore e sceneggiatore di Atacama Film, e Simone Catania, producer e head of development di Indyca Film, sono stati gli esperti di fronte ai quali una decina di produttori e registi hanno “pitchato” il proprio progetto, ricevendo feedback sulla scrittura e le potenzialità produttive del film.

Alle 20.30 ha preso corpo al Margherita Multisala di Acireale la prima giornata del Concorso Internazionale con un omaggio a un grande amico del festival, Simone Massi . Vincitore di un David di Donatello nel 2012 per il miglior cortometraggio e di due Nastri d’Argento nel 2014 e 2015, a oggi le sue opere sono state selezionate da 800 festival in tutto il mondo, ottenendo 267 tra premi e riconoscimenti; dal 2012 al 2016 la Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia gli affida la realizzazione dei suoi manifesti illustrati e delle sue sigle animate. Simone Massi ha introdotto in sala la proiezione di ​​La memoria dei cani (2006, 8’), ​​Dell’ammazzare il maiale (2011, 6’), ​​L’attesa del maggio (2014, 8’). 

Venerdí 19 la seconda giornata del Concorso Internazionale ha visto la presenza di un appuntamento speciale dedicato al videoclip di Musica Leggerissima. Zavvo Nicolosi, regista del videoclip della celebre canzone di Colapesce & Dimartino e anima creativa di Ground’s Oranges, ha raccontato al pubblico  come si realizza un videoclip da 71 milioni di visualizzazioni, come si costruisce il racconto per immagini di una canzone che parla, tra l’altro, di depressione e cosa ha significato gestire, in piena zona arancione, un carosello di personaggi, costumi e situazioni. 

Sabato 20 si è svolta la terza e ultima serata del Concorso Internazionale e la premiazione dei corti vincitori, con l’assegnazione del Premio Lorenzo Vecchio, delle menzioni speciali e del Premio del Pubblico. La festa finale si è svolta da Moro Acireale.

Il Premio Lorenzo Vecchio, dedicato al fondatore e primo direttore artistico di Magma, è andato al film franco-marocchino Sukar, scritto e diretto da Ilias El Faris e ambientato nella spiaggia di Casablanca, tutta intenta a osservare due adolescenti innamorati.

La giuria, presieduta dal regista Andrea Magnani e composta dall’illustratrice Julia Gromskaya e dal regista Christopher Yates, ha assegnato al film il premio principale «per aver raccontato, in modo semplice e dal tono solo all’apparenza leggero, temi universali come l’amore, il desiderio e la libertà che mai come oggi dovrebbero andare nella stessa direzione, al contrario di alcune storture presenti nella società marocchina e non solo».

La giuria ha poi assegnato tre menzioni speciali: al turco Cemile di Belkıs Bayrak, film ispirato all’infanzia della regista e sceneggiatrice, «per la capacità di far scoprire allo spettatore la complessità del carattere della protagonista, mettendo in luce la forza fisica e la fragilità emotiva della ragazza»; al francese L’effort commercial, di Sarah Arnold, anche questo ispirato a una storia vera, «per essere riuscito a sublimare la tragedia dell’oppressione femminile grazie all’uso di una messinscena che sottolinea l’assurdità di alcuni luoghi di lavoro»; al documentario svizzero Das Spiel di Roman Hodel, per avere mostrato, «portando la macchina da presa dietro le quinte, come il rito del calcio appaia trasformato in un gioco collettivo di violenza industrializzata».

Il pubblico presente alle tre serate di proiezione del concorso internazionale ha poi assegnato il suo premio: è andato a L’effort commercial, che così conquista un ulteriore riconoscimento oltre alla già citata menzione speciale. Ultimo premio è la novità di quest’anno, poiché è assegnato dagli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Catania: è andato allo statunitense Skin, di Guy Nattiv, che affronta l’argomento dell’odio razziale.

Per quanto riguarda il Premio “Dante, in breve” la giuria del concorso, composta dal prof. Rosario Castelli (professore associato di Letteratura Italiana presso il DISUM dell’Università di Catania), dalla prof.ssa Maria Luisa Leotta (ex Dirigente Scolastico IC “G. Verga”, Fiumefreddo di Sicilia) e dal dott. Giuseppe Filippo Consales (produttore, regista e direttore della fotografia) ha decretato il vincitore della sezione Scuola Superiore Dedicato al Sommo Poeta del Liceo Artistico “Sabatini-Menna” di Salerno, realizzato dalla 5° G con il coordinamento della prof.ssa Claudia Imbimbo. Il vincitore della sezione Scuola Media è stato invece Marsala – Inferno A/R, film realizzato dalle seconde classi dell’ I.C. “Sturzo Asta” di Marsala (TP) coordinati dal prof. Gianluca Parrinello.

CONCORSO INTERNAZIONALE

ANDREA MAGNANI – Presidente di giuria

Andrea Magnani vive tra Roma e Trieste. Ha lavorato a numerose serie Tv tra le quali Cops – una banda di poliziotti per la regia di Luca Miniero e L’Ispettore Coliandro, diretta dai Manetti Bros. Nel 2017 esordisce alla regia con Easy – un viaggio facile facile. Presentato in concorso al 70. Locarno Festival, Easy ha partecipato a più di 100 festival in giro per il mondo ed è stato candidato a 2 David di Donatello tra cui miglior regista esordiente. Nel 2019 scrive il lungometraggio Paradise, una nuova vita di Davide Del Degan, in anteprima al Busan Film Festival e al Torino Film Festival. E’ attualmente in preparazione con il suo secondo lungometraggio, La Lunga Corsa.

 

JULIA GROMSKAYA – giurata

Nata a Kharkov (Unione Sovietica), dopo il diploma in Filologia, ottenuto presso l’Istituto Statale del Progresso Sociale di Kharkov, frequenta il Liceo Artistico. Nel 2004 entra nello staff del Festival di animazione Krok, dove incontra i Maestri dell’animazione Russa e Ucraina. Nel 2006 si trasferisce in Italia dove comincia a muovere i primi passi nel campo dell’animazione e dell’illustrazione. Le sue animazioni sono state selezionate e premiate da festival di paesi da tutto il mondo.

CHRISTOPHER YATES – giurato

Christopher Yates è regista, scrittore e montatore. Nel 2009, ha diretto il suo primo documentario, Not here, un road-movie sulla rock band belga Girls in Hawaii. Ha poi continuato a co-dirigere Reveka nel 2015, un documentario sulle miniere d’argento di Potosí in Bolivia. Dal 2013, ha co-creato e co-scritto le tre stagioni del dramma televisivo belga Public Enemy che è andato in onda in oltre 50 paesi. Il suo cortometraggio Détours è stato recentemente premiato in numerosi festival cinematografici, tra cui Magma. Attualmente sta scrivendo il suo primo lungometraggio.

Magma – mostra di cinema breve è realizzato dall’Associazione Culturale Scarti è realizzato grazie al sostegno della Regione Siciliana, assessorato Turismo Sport e Spettacolo, dipartimento Turismo Sport e Spettacolo, Sicilia Film Commission, nell’ambito del progetto Sensi Contemporanei, ed è organizzato in collaborazione con il Comune di Acireale e il sostegno di importanti sponsor privati, come Moro Acireale, Ceramiche De Simone e Etna Mareneve Escursioni.

  

  

 

 

Per iscrivere il tuo corto al Concorso Internazionale: clicca qui. 

Per consultare il bando del Concorso Internazionale: clicca qui

 

Per iscrivere il tuo corto al Concorso “Dante, in breve”: clicca qui

Per consultare il bando del Concorso “Dante, in breve”: clicca qui

Per scaricare la liberatoria del Concorso “Dante, in breve”: clicca qui.

SUPPORTA MAGMA!

Il 2020 si è rivelato essere un anno molto difficile per i festival di cinema e per i registi che non hanno potuto vedere le loro opere proiettate nelle sale cinematografiche. L’edizione 2020 si è svolta in streaming e in formula totalmente gratuita; siamo felici di riuscire a proporre al nostro pubblico una 20° edizione in sala. 

Concorso Internazionale

Concorso Internazionale

Ecco la lista dei 27 film selezionati per il Concorso Internazionale:

A LA CARA – Javier Marco

DIGESTION – Tamic, Erzen, Musa, Delfosse, Lukasik

FOR SALE – Francesco Gabriele

GUARD OF HONOUR – Edmunds Jansons

L’EFFORT COMMERCIAL – Sarah Arnold

MIGRANTS – Caby, Dupriez, Kubiak, Lermytte, Devise

SKIN – Guy Nattiv

SURVIVERS – Carlos Gomez-Trigo

THE SUGAR SHOW – Liana Makaryan

CEMILE – Belkis Bayrak

DOLAPO IS FINE – Ethosheia Hylton

FRATELLI COME PRIMA – Vanja Victor Kabir Tognola

HASE – Dan Floresco & Lisa Flachmeyer

LOS HONORES – Sergio Barrejon 

ONE LEFT – Sebastian Doringer

STEPHANIE – Leonardo Van Dijl

THE DIVER – Michael Leonard, Jamie Helmer

VUELA – Carlos Gomez-Mira Sagrado

COME IL BIANCO – Alessandra Celesia

DAS SPIEL – Roman Hodel

GATHER IN THE CORNER – Joanny Causse

I AM AFRAID TO FORGET YOUR FACE – Sameh Alaa

MAY I HAVE THIS SEAT – Tabish Habib

PAIN – Anna Rose Duckworth

SUKAR – Ilias El Faris

THE NIGHTWALK – Adriano Valerio

ZOO – Will Niava